Nuovi Concorsi Notizie

Notizie sul mondo dei concorsi pubblici, militari e di polizia

Vigili del Fuoco: forse qualcosa cambia

Uno dei corpi più delicati e importanti per la vita e la sicurezza del paese ma anche uno di quelli più penalizzati da molte delle scelte economiche del governo. Ora, sembra, il governo si dice disposto a lavorare su tre provvedimenti specifici che potrebbero migliorare alcuni aspetti lavorativi per il personale dei Vigili del Fuoco

vigili del fuocoÈ quello che emerge da una dichiarazione di Antonio Brizzi, segretario generale del Conapo, uno dei sindacati più importanti del Corpo dei Vigili del Fuoco. Pochi giorni fa avevamo parlato di una serie di problemi che riguardano l’organizzazione e la capacità operativa in cui questo corpo si trova a lavorare. Adesso per i Vigili del Fuoco, forse qualcosa cambia.

Almeno questi sono i buoni propositi che i sindacati vedono nella disponibilità del governo di creare un tavolo di confronto estremamente specifico, incentrato proprio su alcuni provvedimenti di legge che, se resi effettivi, riguarderanno tre aspetti fondamentali; sia per il lavoro dei Vigili del Fuoco, sia per la sicurezza tutta dei cittadini.

I tra provvedimenti riguardano infatti l’istituzione di un fondo per le emergenze, il potenziamento delle assunzioni e riorganizzazione di alcuni servizi di elisoccorso. Argomento particolarmente delicato questo anche perché si tratta di “combattere” con alcune società private che vorrebbero gestirli per fare affari: quali ricadute in termini di costi questo potrebbe avere è facile capirlo. Questi servizi è bene che restino di competenza dei Vigili del Fuoco insieme a personale sanitario.

Potrebbe essere un piccolo passo avanti in una questione che il sindacato porta avanti da molto tempo: quello della delicatezza dell’organizzazione di un corpo come quello dei Vigili del Fuoco. Un corpo la cui operatività deve partire da presupposti che non possono essere meramente economici.




(6) Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *