Nuovi Concorsi Notizie

Notizie sul mondo dei concorsi pubblici, militari e di polizia

Vigili del Fuoco: 1000 in più

Un recentissimo Consiglio dei Ministri, ha ripreso in considerazione i criteri di assunzione nella Pubblica Amministrazione. Priorità ai vincitori dei concorsi e 1000 nuove assunzioni nel Corpo dei Vigili del Fuoco

automezzi vigili del fuocoRiportiamo una bella notizia dal sito grnet.it: “Abbiamo previsto una norma che obbliga ad assumere tutti i vincitori di concorso che per ragioni relative al blocco del turnover non sono stati assunti”

Ci sembra che sia una notizia importante da riportare per tutti i partecipanti ai diversi concorsi. Il Ministro D’Alia ha riportato l’attenzione su una questione annosa che non ha mancato di suscitare sempre, legittime, polemiche. Secondo il Ministro coloro i quali sono risultati vincitori dei concorsi devono essere i primi ad essere assunti nella Pubblica Amministrazione, anche se il blocco del turnover aveva previsto altrimenti. Questo cosa significa? Che saranno assunti in via prioritaria tutti i vincitori di concorso e gli idonei che appartengono alle graduatorie approvate dal 1 gennaio 2008.

Tutto ciò sembra voler rispondere all’esigenza di contrastare il ricorso selvaggio al lavoro precario: quest’ultimo deve essere usato solo ed esclusivamente per esigenze temporanee. E non senza conseguenze questo programma sarà anche per i Vigili del Fuoco. Per rendere pianamente efficace il loro lavoro e la loro capacità operativa, sono previste ben 1000 nuove assunzioni. Viene poi assicurato il turnover a proroga fino al dicembre 2015.

E i provvedimenti non finiscono qui: si parla anche di mobilità nel pubblico impiego attraverso una maggiore flessibilità e mobilità ma con la stretta partecipazione dei sindacati.

Anche l’ambito della protezione civile viene coinvolto in questa presa di coscienza di un bisogno di risorse nuove: verranno integrate le scorte di mezzi aerei e di prevenzione degli incendi. Restano, è vero, le competenze regionali e provinciali ma i Vigili del Fuoco, in situazioni particolarmente delicate, potranno usare la propria componente aerea: il tutto avverrà con accordi presi tra il Dipartimento stesso dei Vigili del Fuoco, del soccorso pubblico, del Ministero e di Regioni e province.

Forse il governo si sta rendendo conto che il blocco del turnover e delle assunzioni non solo penalizzava i vincitori dei concorsi ma, in particolare per quanto riguarda i Vigili del Fuoco, rischiava di mettere a repentaglio l’operatività stessa di un Corpo la cui organizzazione non può sottostare a meri criteri di valutazione economica.

(5) Comments

  1. Ciò che capisco da queste notizie e che forse il governo si sta rendendo conto della situazione critica del nosto paese ma per quanto riguarda questo concorso quando uscirà il bando??? Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *