Nuovi Concorsi Notizie

Notizie sul mondo dei concorsi pubblici, militari e di polizia

Piloti e Operatori di Volo della Marina

Nella Marina Militare vi sono anche figure estremamente addestrate al volo, come piloti e operatori che costituiscono un supporto fondamentale.

piloti donna marina Continuiamo il nostro viaggio all’interno della nostra Marina Militare, un corpo che riscontra sempre tanto interesse tra i nostri lettori. Oggi parliamo di Piloti e Operatori di Volo della Marina. Come sempre il percorso per accedere a questo lavoro comincia con un concorso che mette i partecipanti di fronte ad un percorso selettivo piuttosto impegnativo. Si comincia con alcune valutazioni psico-fisiche per capire l′attitudine al volo e altre per accertare l′indispensabile conoscenza della lingua inglese. Passate queste prime valutazioni comincia il percorso formativo all′interno dell′Accademia. I migliori allievi vengono mandati negli USA per frequentare la scuola di volo della U.S. Navy, mentre gli altri inizieranno frequentare le scuole dell’Aeronautica Militare. Per coloro i quali partono per l’America si apre un periodo di durissimo addestramento che comprendono prove di sopravvivenza presso la Naval Air Staion di Pensacola. Chi supera le prove verrà mandato per sei mesi al NAS Whiting Field per impratichirsi con procedure sempre più complesse tra cui decolli e atterraggi su portaerei.

Ma non finisce qui perché coloro che superano questo percorso formativo dovranno affrontare un ulteriore periodo di perfezionamento della durata di quattro settimane seguita da altri sei mesi al NAS Corpus Christi per ulteriori addestramenti su velivoli plurimotore. Tutto l’iter dura ben 24 mesi al termine del quale i nostri piloti tornano in patria per ulteriori selezioni tra Latina e Lecce su diversi velivoli. La dura scuola non finisce perché, a questo punto, i piloti vengono destinati a percorsi formativi diversi a seconda delle necessità e per entrare in possesso dell’abilitazione al volo sugli apparecchi della Marina. La lunghezza dell’addestramento, la sua severità e la sua estrema specializzazione sono spiegati dall’importanza del ruolo e dalla estrema professionalità richiesta.

Si continua con periodi di addestramento su aerei ed elicotteri, in particolare al Centro di Addestramento Aeronavale della Marina a Taranto per apprendere ulteriori tattiche operative. Dopo altre cinque settimane di durissimo lavoro si giunge all’ultima fase su Unità Navali e Sommergibili. Solo a questo punto i piloti diventano Limited Combat Ready e sono pronti per raggiungere l’agognata qualifica di “Bravo” che li rende pronti e qualificati per decolli, anche notturni, sulle navi.

Oltre agli aerei ci sono anche gli elicotteri il cui equipaggio è composto da Sottufficiali Operatori di volo e tecnici. La crescente tecnologia e la conseguente necessità di avere personale sempre più qualificato ha portato con sé l’aggiungersi di figure professionali sempre più tecniche e preparate come esperti di radar e sonar. Il percorso formativo del personale addetto agli elicoterri comincia presso le Scuole Sottufficiali di Taranto per continuare all’Ufficio Corsi Maristaeli di Catania per un durissimo addestramento di sei mesi. Terminato questo percorso gli operatori vengono mandati ai diversi reparti in cui è previsto un ulteriore momento di addestramento alla guerra elettronica e al supporto tecnico, operativo e logistico alle Forze Anfibie.

One Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *