Nuovi Concorsi Notizie

Notizie sul mondo dei concorsi pubblici, militari e di polizia

La Marina Militare e il progetto Nave Italia

Per il terzo anno ha preso il via il progetto Nave Italia con cui la Marina Militare mette a disposizione un suo brigantino per quella che è una vera e propria missione umanitaria

progetto nave italiaPer il terzo anno consecutivo la marina Militare ha dato inizio, pochi giorni fa al progetto Nave Italia. In collaborazione con l’Ospedale Bambin Gesù e con la Fondazione Tender to Nave Italia Onlus, dal 2010 questa iniziativa prende il via al motto di “Marina Militare, si salpa”.

Che cos’è Nave Italia? È un brigantino militare con una missione umanitaria: aiutare e formare persone con disagi psico-fisici attraverso un’esperienza di vita sul mare. Per molti dei giovani partecipanti si tratta della prima occasione in cui si allontanano dalle famiglie per costruirsi giorni di vita a bordo e di nuove responsabilità. Il personale di bordo è composto da uomini della marina Militare impegnati in quella che, a tutti gli effetti, è una missione umanitaria.

Si tratta di un bellissimo progetto che vede coinvolti ospedali, scuole ONLUS e privati che si impegnano per dare vita e rendere concreto un progetto la cui finalità è migliorare la qualità della vita di chi vi partecipa: la vita di bordo è fatta di regole che aiutano anche a socializzare e a capire che il disagio psico-fisico si può conciliare con la responsabilizzazione. Ogni giorno infatti è serrato il programma di attività marine, oltre che di lavori basilari come rifare i letti, pulire e preparare la colazione. Una quotidianità fatta di piccole cose importanti.

Come riportato anche dal blog dell’Esercito, il brigantino è stato costruito esattamente come una nave del XIX secolo e, quest’anno, ospita 15 ragazzi di età compresa tra i 12 e i sedici anni, affetti da epilessia. Li accompagna il dottor Vigevano che è il direttore del Dipartimento di neuroscienze dell’Opsedale Bambin Gesù. Durante i giorni di navigazione i ragazzi e il personale che li assiste sono coinvolti in veri e propri progetti di ricerca e terapia attraverso lo stare insieme su una struttura che ha regole precise: regole che aiutano l’autonomia di questi ragazzi.

La Marina Militare e il progetto Nave Italia sono uno degli esempi più belli di come questa Forza Armata rappresenti qualcosa di davvero unico anche per aspetti apparentemente lontani dalla vita militare. E per farlo mette a disposizione la più grande barca a vela del mondo: 61 metri di lunghezza e con una velatura di 1300 mq.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *