Nuovi Concorsi Notizie

Notizie sul mondo dei concorsi pubblici, militari e di polizia

Concorso per commissario di Polizia di Stato 2014

Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale di ieri il bando per il concorso pubblico, per titoli ed esami, per 80 posti per il ruolo di commissario di Polizia di Stato

donne poliziaQualche informazione
Come riportato dal bando i posti a concorso sono 80 ma sono previste delle riserve. Tali riserve comprendono 20 posti per gli orfani, il coniuge o i parenti di 2° grado del personale delle Forze di Polizia e del personale delle Forze Armate deceduti in servizio. Due posti sono riservati a Ufficiali di complemento che abbiano concluso la ferma di due anni e agli Ufficiali in ferma prefissata in congedo. Ovviamente queste riserve sono comunque subordinate al possesso dei requisiti richiesti dal concorso stesso.

Requisiti
Tra i requisiti richiesti per poter partecipare al concorso per commissari di Polizia di Stato, oltre alla classica cittadinanza italiana e il godimento dei diritti politici, vi sono:
– non avere compiuto 32 anni di età. Tale limite non riguarda chi appartiene al ruolo di agenti e assistenti e di sovrintendenti di Polizia che abbiano un minimo di tre anni di anzianità
– titolo di studio laurea delle seguenti classi: lauree specialistiche in giurisprudenza; lauree specialistiche in scienza dell’economia; lauree specialistiche in scienza delle pubbliche amministrazioni; lauree specialistiche in teoria e tecniche della normazione e dell’informazione giuridica; lauree specialistiche in scienze economico-aziendali; lauree specialistiche in scienze politiche; laurea magistrale in giurisprudenza; laurea magistrale in scienze delle pubbliche amministrazioni; laurea magistrale in scienze dell’economia; laurea magistrale in scienze economico-aziendali; laurea magistrale in scienze della politica.

Domanda di partecipazione
Per inviare la domanda di partecipazione al concorso per commissari di Polizia di Stato è necessario seguire la procedura informatica disponibile su www.poliziadistato.it e su www.concorsips.interno.it Tale procedura è l’unica accettata per la presentazione della domanda. Solo nel caso in cui negli ultimi tre giorni utili sui predetti siti vi fosse una effettiva indisponibilità del sistema, allora la domanda potrà essere inviata, con raccomandata con ricevuta di ritorno, al seguente indirizzo:
– Ministero dell’Interno Dipartimento della Pubblica Sicurezza Direzione Centrale per le Risorse Umane Ufficio Attività Concorsuali Via del castro Pretorio 5 00185 Roma.

Titoli
Il bando specifica che questo è un concorso per titoli ed esami. Tra i titoli che possono entrare nella valutazione complessiva troviamo:
– diplomi di specializzazione, frequenza a corsi di aggiornamento post laurea e master
– dottorati di ricerca
– abilitazione all’insegnamento e/o all’esercizio professionale
– pubblicazioni scientifiche.

Prova preselettiva
Tale prova si renderà necessaria qualora il numero di domande pervenute fosse cinquanta volte superiore al numero di posti messi a concorso. Nel caso fosse necessaria tale prova, essa sarà basata su quesiti a risposta multipla aventi per oggetto le seguenti materie:
– diritto penale
– diritto processuale penale
– diritto civile
– diritto costituzionale
– diritto amministrativo

È previsto che, 45 giorni prima della eventuale prova preselettiva, i quesiti che concernono le materie indicate vengano pubblicati sul sito www.poliziadistato.it. I quesiti saranno 5000 in totale divisi in 1000 quesiti per ogni materia indicata. Si ricorda che il punteggio conseguito nella prova preselettiva non entra a far parte della formazione del voto finale effettivo.

Prove dell’esame
I candidati che avranno superato la eventuale prova preselettiva e le seguenti prove di efficienza fisica, gli accertamenti fisici e attitudinali verranno ammessi alle prove scritte. Le prove d’esame prevedono due prove scritte e un colloquio. Le prove scritte hanno come oggetto le seguenti materie:
– diritto costituzionale con diritto amministrativo con riferimento alla legislazione in materia di pubblica sicurezza
– diritto penale con diritto processuale penale

Il colloquio, molto impegnativo, avrà per oggetto le stesse materie delle prove scritte a cui si aggiungono però le seguenti materie:
– diritto civile
– diritto del lavoro
– diritto della navigazione
– ordinamento dell’Amministrazione della Pubblica Sicurezza
– nozioni di medicina legale
– nozioni di diritto internazionale
– lingua straniera
– informatica

Corso di formazione
Coloro i quali superano il concorso frequenteranno il previsto corso di formazione biennale al termine del quale conseguiranno il master di II livello. Una volta concluso tale corso di formazione i commissari saranno mandati ai servizi previsti presso gli uffici dell’Amministrazione di Pubblica Sicurezza.

Vai alla sezione concorsi polizia di stato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *