Nuovi Concorsi Notizie

Notizie sul mondo dei concorsi pubblici, militari e di polizia

Approvato disegno di legge sull’abolizione dei limiti d’altezza per i concorsi

Con l'approvazione di questo disegno di legge si vuole porre fine non solo a superati pregiudizi e discriminazioni, ma anche a superati criteri di efficienza e operatività.

concorsi pubbliciSeppure con colpevole ritardo pare che finalmente la politica si sia accorta della profonda ingiustizia alla base di questo criterio di ammissione ai concorsi. Forse a prevalere, questa volta, sono state anche considerazioni di carattere socio-economico vista la crisi occupazionale che coinvolge molti giovani.

Approvato il disegno di legge
Comunque sia sono i fatti che contano e i fatti sono che c’è stata l’approvazione del disegno di legge per abolire i limiti di altezza minima per accedere ai concorsi per reclutamento nelle Forze Armate, in Polizia e nel Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco. A darne l’annuncio è stata Silvana Amati, firmataria del decreto insieme ai senatori Vattuone, Latorre, Cucca, Fedeli, Lucherini, Migliavacca, Pegorer e Valentini. Riportiamo parte della dichiarazione della senatrice così come rimbalzata su alcuni organi di informazione come grnet.it: “È un’ottima notizia soprattutto per i giovani che, in un momento di difficoltà come quello attuale, possono trovare nell’arruolamento nelle Forze Armate un’importante occasione di lavoro e di crescita professionale. Le nuove misure vogliono inoltre sanare un’ingiusta discriminazione che penalizza soprattutto le donne e che non aveva alcun motivo di essere nell’organizzazione dello strumento militare.”

Cosa viene modificato
In sostanza il disegno di legge modifica l’articolo 635 del Codice di ordinamento Militare relativo ai parametri fisici per essere ammessi ai concorsi nelle Forze Armate, in quelle di Polizia e nei Vigili del Fuoco. I precedenti limiti, che per le donne sono di 1,61 m e per gli uomini di 1,65 m, per i firmatari del ddl sarebbero un pregiudizio nei confronti di molti uomini e donne e andrebbe anche contro i principi di democrazia su cui si fonda il nostro paese. Sono altre quindi le considerazioni e le valutazioni che andrebbero fatte per determinare l’idoneità a prestare un servizio delicato e importante come quello militare e del comparto difesa. L’altezza non può e non deve pregiudicare tale giudizio. Nel decreto si legge testualmente che “tale requisito appare, infatti, ormai superato alla luce delle moderne esigenze della difesa, in quanto l’esperienza dimostra che, soprattutto rispetto a determinate mansioni (si pensi alle operazioni all’interno dei carri armati o al paracadutismo da elicottero), sono molto più adatte persone di piccola statura.

(19) Comments

  1. Buon giorno io volevo sapere se è gia in atto oppure ancora vige la vecchia normativa visto che oggi mia figlia è stata scartata per un centimetro dal concorso per vfp1

  2. Attualmente è già in vigore la legge sull’abolizione dei limiti di altezza per i concorsi delle forze armate? Se si, è possibile sapere su quale BUR è stato pubblicato? Grazie.

  3. Il problema che rimane ancora un disegno di legge. Infatti il bando di concorso appena uscito riporta i fatidici limiti di 165 cm per gli uomini e 161 per le donne. Quanto dobbiamo ancora aspettare?

  4. Siamo a Febbraio 2014 e nei bandi di concorso continua a comparire nella voce “requisiti”, l’altezza. E’ una profonda ingiustizia.

  5. Sono un ragazzo di 25 anni vorrei entrare nei pompieri sono ancora in tempo per fare i concorsi cosa occorre e come saperne di più ?

  6. In base a quanto detto in tale articolo mi chiedevo quali fossero queste altre considerazioni e valutazioni. Forse avere una buona raccomandazione?

  7. Si ma ci vuole anche l’approvazione per tutti coloro che hanno i tatuaggi…di partecipare hai concorsi….e davvero ridicolo che solo l’italia a questi limiti da paese bigotto…!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *