Nuovi Concorsi Notizie

Notizie sul mondo dei concorsi pubblici, militari e di polizia

Aeronautica Militare

È una delle quattro Forze Armate e presenta un'organizzazione estremamente articolata e complessa che si base su una costante formazione

stato maggiore aeronauticaInsieme all’Esercito Italiano, alla Marina Militare e all’Arma dei Carabinieri l’Aeronautica Militare costituisce una forza armata. Anche questo corpo ha una storia gloriosa e antica che risale addirittura al 1887 quando alcuni aerostati vennero usati dal genio militare a scopo osservativo. Nacque così la sezione aeronautica del genio che continuò a svilupparsi fino a divenire un battaglione.

L’Aeronautica Militare acquisì sempre maggiore importanza durante la Prima Guerra Mondiale, in cui le esigenze belliche richiesero uno sforzo produttivo notevole che aumentò la flotta aerea di circa 12000 unità in pochissimo tempo. Il ruolo sempre più importante e la crescente specializzazione portarono, dopo la fine del primo conflitto mondiale, a staccare l’aeronautica dall’esercito per farne un corpo indipendente. La Seconda Guerra Mondiale non fu uno dei periodi migliori per l’Aeronautica Militare che pagò a caro prezzo la pesante disorganizzazione e la rivalità con il corpo della Marina Militare: entrambe cose sulle quali l’allora regime non seppe portare alcuna miglioria.

Ma come è organizzata l’Aeronautica Militare?
È organizzata in maniera molto articolata e complessa come è normale che sia per un forza armata che, per sua natura, deve adeguarsi ai cambiamenti geo-politici, tecnologici e professionali. Dal punto di vista della struttura vi sono i Comandi di Vertice che sono: Il Comando della Squadra Aerea Il Comando Logistico Il Comando Scuole Aeronautica Militare Terza Legione Aerea.

Di cosa si occupano questi comandi?
Il Comando della Squadra Aerea ha la funzione importantissima di addestrare i diversi reparti e unità operative. Oltre a ciò coordina l’operatività delle suddette unità attraverso il Comando Operazioni Aeree. Il Comando Logisitico, retto da un Generale di Squadra Aerea ha alle sue dipendenze la I Divisione – Centro Sperimentale Volo; la II Divisione – Supporto Tecnico Operativo Aeromobili; la III Divisione – Supporto Tecnico Operativo Sistemi Comando. Il Comando Scuole è quello preposto alla formazione del Corpo e ha alle sue dipendenze l’Istituto di Scienze Militari Aeronautiche, l’Accademia Aeronautica e la Divisione Formazioni Sottufficiali e Truppa.

E visto il tipo di professionalità richieste dall’Aeronautica Militare la formazione riveste un ruolo primario all’interno di questo corpo. Per gli Ufficiali la formazione è data dall’Accademia che si conclude con il conseguimento di una laurea. Nella carriera di un ufficiale vi sono tre grandi momenti formativi che possiamo delineare così:
Modulo Normale, svolto con il grado di capitano e della durata di un trimestre.
Corso Comando, svolto con il grado di Maggiore/Tenente Colonnello della durata di 40 giorni circa.
Corso presso l’istituto Stati Maggiori Interforze della durata di nove mesi e primo passo per raggiungere il grado di Colonnello.
Per il grado di Maresciallo sono previsti, oltre al Corso Normale presso la Scuola Marescialli, anche corsi di istruzione professionale e di perfezionamento.

E quali sono i profili di carriera dell’Aeronautica Militare?
In maniera semplice possiamo dire che vi sono quelli che sono chiamati ruoli e che comprendono:
Ufficiali
Sottufficiali che includono Marescialli e Sergenti
Truppa.

aero aeronautica militare

Le particolari e complesse esigenze organizzative e operative rendono poi necessaria una suddivisione del personale in categorie all’interno delle quali vi sono particolari specialità.
Il termine ruolo è non solo il grado, ma rappresenta una sorta di stato giuridico e una specie di riferimento: ogni militare deve appartenere ad un solo ruolo che acquisisce in base al concorso a cui ha partecipato. Giusto per fare un esempio diciamo che c’è il Ruolo Naviganti Normale, il Ruolo Naviganti Speciale, come esiste il Ruolo Speciale del Corpo di Commissario Aeronautico e il Ruolo normale del Corpo del Genio Aeronautico. Sul sito istituzionale dell’Aeronautica Militare è possibile trovare lo schema completo di tale suddivisione.

E le categorie invece?
Le categorie sono la suddivisone del ruolo, e sono stabilite per esigenze anche formative. Ogni militare deve appartenere a una sola categoria che indica un particolare settore di attività. Tra le categorie troviamo, per esempio, chimica, costruzioni aeronautiche, infrastrutture e impianti, equipaggi di volo e altre.

Poi ci sono le specialità. Queste sono la suddivisione delle categorie e sono, come dice il nome, gruppi di attività specifiche. La specialità presuppone una particolare e specifica qualifica professionale e ogni militare può possederne una sola. Tra le specialità troviamo, per esempio, chimico, cartografo, conducente, elettricista, geofisico e altro.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *